Vini e Vinsanto

    “Salciaia“ I.G.T. Toscana rosso

    Vitigni: Sangiovese con una piccola percentuale di colorino, vitigni che hanno trovato la giusta collocazione all’interno della nostra azienda nei vigneti adagiati lungo le colline di “Salciaia”. Vigneti: situati in località Pianoia presso il podere “Salciaia“ a 560 mt s.l.m. su terreno di medio impasto con prevalenza di argilla nei bassi strati e sabbia in superficie. Vinificazione: le uve vendemmiate a mano nella prima decade di Ottobre vengono scelte e lasciate a macerare in maniera tradizionale per un lungo periodo, ottenendo così un’evoluzione dei profumi e degli aromi. Affinamento: avviene per 6 mesi in botti di acciaio e per almeno 5 mesi in bottiglia. Descrizione e abbinamento: di colore rosso vivace questo vino si distingue per l’armonia del suo bouquet che lo rende facilmente abbinabile con tutti i cibi. E’ consigliabile servirlo ad una temperatura di 16°-18°. Capacità: l 0,375 e l 0,750.

    “ Chiarello delle Crete “ I.G.T. Toscana bianco

    Vitigni: Malvasia bianca, Trebbiano bianco e una piccola percentuale di Grechetto. Vigneti: ben esposto, situato a circa 500 mt s.l.m. in località “Villa Bianca“, in una piccola porzione di terreno prevalentemente argillosa da qui il nome “Chiarello delle Crete“. Vinificazione: la fermentazione in bianco (in assenza di bucce) di questi vitigni rispetta profondamente i procedimenti adottati da decenni nella tradizione contadina di Montepulciano. Affinamento: avviene per 4 mesi in botti di acciaio e per un massimo di 4 mesi in bottiglia. Descrizione e abbinamento: colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, profumo delicato di frutta leggermente matura e sapore asciutto con leggero finale di mandorla. Grazie a queste proprietà è ideale l’abbinamento con antipasti, carni bianche e tutti i piatti di pesce; ottimo anche come aperitivo. Si consiglia di servirlo a temperatura non superiore a 8°- 10°. Capacità : l 0,375 e l 0,750.

    Chianti Colli Senesi D.O.C.G.

    Vitigni: Sangiovese, canaiolo nero, ciliegiolo e colorino. Vigneti: ben esposti, situati attorno al paese di Montepulciano ad un’altitudine di circa 500 mt s.l.m. per la vigna in località “Villa Bianca“, e di 560 mt s.l.m. per i vigneti più recenti in località “Pianoia“.I terreni di “Villa Bianca“ sono di medio impasto tendenti al sabbioso e ricchi di scheletro, mentre la zona di Pianoia presenta un medio impasto, ma con prevalenza di argilla nei bassi strati e sabbia in superficie. Vinificazione: dopo breve fermentazione solo il mosto non premuto viene travasato più volte in maniera tradizionale per esaltare e fissare profumi e sapori primari. Affinamento: avviene per 5 mesi in botti di acciaio e per almeno 5 mesi in bottiglia. Descrizione e abbinamento: vino giovane di colore rosso vivace, con intenso profumo di frutta e gusto fresco leggermente tannico ma rotondo. Si accompagna preferibilmente con carni rosse, ma la sua freschezza lo rende gradevole con tutti i cibi in genere. Si consiglia di servirlo ad una temperatura di 16°-18°. Capacità: l 0,375 e l 0,750.

    Rosso di Montepulciano D.O.C.

    Vitigni: Sangiovese, Prugnolo Gentile, canaiolo nero, mammolo e colorino. Vigneti: ben esposti, situati attorno al paese di Montepulciano ad un’altitudine di circa 500 mt s.l.m. per le vigne in località “Villa Bianca“ e “Valardegna”, e di 560 mt s.l.m. per i vigneti più recenti in località “Pianoia“. I terreni di “Villa Bianca“ e “Valardegna” sono di medio impasto tendenti al sabbioso e ricchi di scheletro, mentre la zona di Pianoia presenta un medio impasto, ma con prevalenza di argilla nei bassi strati e sabbia in superficie. Vinificazione: dopo un’accurata selezione dei grappoli in vigna l’uva viene vendemmiata ancora a mano. La vinificazione viene effettuata in maniera tradizionale, i rimontaggi e una breve macerazione conferiscono al vino una struttura armoniosa necessaria per un breve affinamento. Affinamento: avviene per 5 mesi in botti di acciaio e per almeno 5 mesi in bottiglia Descrizione e abbinamento: colore rosso intenso e profumi di fruttato caratterizzano questo vino giovane ma di grande struttura, che si accompagna con selvaggina, arrosti
    e carni rosse in genere. E’ consigliabile servirlo a temperatura di 16°-18°. Capacità: l 0,375 e l 0,750

    Vino Nobile di Montepulciano D.O.C.G.

    Vitigni: Sangiovese, Prugnolo Gentile , canaiolo nero, mammolo e colorino. Vigneti: ben esposti, situati attorno al paese di Montepulciano ad un’altitudine di circa 500 mt s.l.m. per le vigne in località “Villa Bianca“e “Madonna della Querce”, e di 560 mt s.l.m. per i vigneti più recenti in località “Pianoia“. I terreni di “Villa Bianca“ e “Madonna della Querce” sono di medio impasto tendenti al sabbioso e ricchi di scheletro, mentre la zona di Pianoia presenta un medio impasto, ma con prevalenza di argilla nei bassi strati e sabbia in superficie. Vinificazione: dopo un’accurata selezione dei grappoli in vigna l’uva viene vendemmiata ancora a mano. La vinificazione viene effettuata in maniera tradizionale, i frequenti rimontaggi e una lunga macerazione conferiscono al vino una struttura complessa, necessaria per l’affinamento in botte e successivamente in bottiglia richiesto dal disciplinare. Affinamento: 24 mesi in botti grandi, medie e piccole di rovere di slavonia e di rovere francese (di media tostatura) e almeno 6 mesi di affinamento in bottiglia prima di essere messo in commercio.
    Descrizione e abbinamento: colore rosso granato e delicato profumo di viola mammola. Con il suo sapore asciutto e leggermente tannico si accompagna a selvaggina, carni rosse, arrosti e formaggi stagionati. E’ consigliabile passarlo nel decanter alcune ore prima e servirlo a 16°-18°. Capacità: l 0,375; l 0,75.

    Vino Nobile di Montepulciano Riserva D.O.C.G.

    Vitigni: Sangiovese, Prugnolo Gentile , canaiolo nero, mammolo e colorino Vigneti: ben esposti, situati attorno al paese di Montepulciano ad un’altitudine di circa 500 mt s.l.m. per le vigne in località “Villa Bianca“e “Madonna della Querce”, e di 560 mt s.l.m. per i vigneti più recenti in località “Pianoia“. I terreni di “Villa Bianca“ e “Madonna della Querce” sono di medio impasto tendenti al sabbioso e ricchi di scheletro, mentre la zona di Pianoia presenta un medio impasto, ma con prevalenza di argilla nei bassi strati e sabbia in superficie. Vinificazione: dopo un’accurata selezione dei grappoli in vigna l’uva viene vendemmiata ancora a mano. La vinificazione viene effettuata in maniera tradizionale, i frequenti rimontaggi e una lunga macerazione conferiscono al vino una struttura complessa, indispensabile per il lungo affinamento in botte e
    successivamente in bottiglia richiesto dal disciplinare. Per la nostra azienda la Riserva Nobile rappresenta la massima espressione enologica ottenuta dopo tanti anni di osservazioni e di lavoro in vigna e in cantina. Affinamento: 12 mesi in botti grandi e medie di rovere di slavonia (media tostatura), 12 mesi in barriques di rovere francese (media tostatura) e almeno 24 mesi in bottiglia prima di essere messo in commercio. Descrizione e abbinamento: colore rosso granato con sfumature ambrate e delicato profumo di viola mammola. Con il suo sapore asciutto e leggermente tannico ma bilanciato si accompagna a selvaggina, carni rosse, arrosti e formaggi stagionati. E’ consigliabile passarlo nel decanter alcune ore prima e servirlo a 16°-18°. Capacità: l 0,750; magnum da 1,5lt, da 3 lt e da 5 lt.

    Rosso di Montepulciano D.O.C. “ Apostoli “

    Vitigni: sangiovese, Prugnolo Gentile , canaiolo nero, mammolo e colorino Vigneto: ben esposto, situato ai piedi del colle di Montepulciano, sotto le balze del podere Apostoli, ad un’altitudine di circa 400 mt s.l.m. Il vigneto Apostoli è uno tra i più antichi di Montepulciano, e a testimonianza di ciò sono la presenza delle originarie viti di Prugnolo Gentile e di altri vitigni autoctoni importanti per la produzione di questo particolare Rosso e Vino Nobile di Montepulciano. Il terreno è di medio impasto con prevalenza sabbioso-tufacea e una parte di scheletro. Vinificazione: dopo un’accurata selezione dei grappoli in vigna l’uva viene vendemmiata ancora a mano. La vinificazione viene effettuata in maniera tradizionale, i rimontaggi e una breve macerazione conferiscono al vino una struttura armoniosa necessaria per un buon affinamento. Affinamento: avviene per 6 mesi in botti di acciaio e per almeno 6 mesi in bottiglia. Descrizione e abbinamento: colore rosso intenso e profumi di fruttato caratterizzano questo vino giovane ma di grande struttura, che si accompagna con selvaggina, arrosti
    e carni rosse in genere. E’ consigliabile servirlo a temperatura di 16°-20°. Capacità: l 0,750.

    Vino Nobile di Montepulciano D.O.C.G. “ Apostoli “

    Vitigni: sangiovese, Prugnolo Gentile , canaiolo nero, mammolo e colorino. Vigneto: ben esposto, situato ai piedi del colle di Montepulciano, sotto le balze del podere Apostoli, ad un’altitudine di circa 400 mt s.l.m. Il vigneto Apostoli è uno tra i più antichi di Montepulciano, e a testimonianza di ciò sono la presenza delle originarie viti di Prugnolo Gentile e di altri vitigni autoctoni importanti per la produzione di questo particolare Rosso e Vino Nobile di Montepulciano. Il terreno è di medio impasto con prevalenza sabbioso-tufacea e una parte di scheletro. Vinificazione: dopo un’accurata selezione dei grappoli in vigna l’uva viene vendemmiata ancora a mano. La vinificazione viene effettuata in maniera tradizionale, i frequenti rimontaggi e una lunga macerazione conferiscono al vino una struttura complessa, necessaria ad affrontare l’affinamento in botte e in bottiglia richiesto dal disciplinare. Affinamento: 24 mesi in botti grandi, medie e piccole di rovere di slavonia e di rovere francese (di media tostatura) e almeno 6 mesi di affinamento in bottiglia prima di essere messo in commercio.
    Descrizione e abbinamento: colore rosso granato e delicato profumo di viola mammola. Con il suo sapore asciutto e leggermente tannico si accompagna a selvaggina, carni rosse, arrosti e formaggi stagionati. E’ consigliabile passarlo nel decanter alcune ore prima e servirlo a 16°-18°. Capacità: l 0,750.

    Vino Nobile di Montepulciano Riserva D.O.C.G. “ Apostoli “

    Vitigni: sangiovese, Prugnolo Gentile, canaiolo nero, mammolo e colorino. Vigneti: ben esposto, situato ai piedi del colle di Montepulciano, sotto le balze del podere Apostoli, ad un’altitudine di circa 400 mt s.l.m. Il vigneto Apostoli è uno tra i più antichi di Montepulciano, e a testimonianza di ciò sono la presenza delle originarie viti di Prugnolo Gentile e di altri vitigni autoctoni importanti per la produzione di questo particolare Rosso e Vino Nobile di Montepulciano . Il terreno è di medio impasto con prevalenza sabbioso-tufacea e una parte di scheletro. Vinificazione: dopo un’accurata selezione dei grappoli in vigna l’uva viene vendemmiata ancora a mano. La vinificazione viene effettuata in maniera tradizionale, i frequenti rimontaggi e una lunga macerazione conferiscono al vino una struttura complessa, indispensabile per il lungo affinamento in botte e in bottiglia richiesto dal disciplinare. Affinamento: 12 mesi in botti grandi e medie di rovere di slavonia (media tostatura), 12 mesi in barriques di rovere francese (media tostatura) e almeno 24
    mesi in bottiglia prima di essere messo in commercio. Descrizione e abbinamento: colore rosso granato con sfumature ambrate e delicato profumo di viola mammola. Con il suo sapore asciutto e leggermente tannico ma bilanciato si accompagna a selvaggina, carni rosse, arrosti e formaggi stagionati. E’ consigliabile passarlo nel decanter alcune ore prima e servirlo a 16°-18°. Capacità: lt 0,750; magnum da 1,5lt, da 3 lt e da 5 lt.

    Vinsanto di Montepulciano D.O.C. Riserva

    Vitigni: Malvasia bianca, Trebbiano bianco e Grechetto. Vigneto: ben esposto, situato attorno al paese di Montepulciano ad un’altitudine di circa 400 mt s.l.m. per la vigna in località “ Valardegna “. I terreni sono di medio impasto tendenti al sabbioso e con presenza di scheletro di scheletro. Fasi di lavorazione: il denso mosto ottenuto dalle uve bianche di Malvasia, trebbiano e grechetto, lasciate ad appassire per un periodo di 4 mesi su cannicci nelle cantine storiche dell’azienda, viene sigillato in piccoli caratelli di rovere insieme alla madre e lasciato lì a fermentare e poi ad invecchiare per 8 anni. La madre, che noi utilizziamo, indispensabile per la produzione del vinsanto, è stata ritrovata in vecchi caratelli del XIX secolo nell’antico palazzo “Tombesi” a Montepulciano. Questi caratelli contenevano anche una piccola quantità di vinsanto del 1962 di qualità eccezionale, figlio di quella madre, che mi ha permesso di riprodurre dopo tanti anni gli stessi risultati. Fase di travasi e imbottigliamento: compiuto l’ottavo anno di invecchiamento, il dolce mosto ormai divenuto vinsanto, viene tolto dai caratelli e fatto decantare in maniera tradizionale. Appena raggiunta una buona limpidezza e dopo aver ottenuto l’idoneità alla DOC Vinsanto di Montepulciano, viene imbottigliato ed è subito pronto per essere gustato. Descrizione e abbinamento: di colore ambrato e dal profumo intenso e persistente di frutta passita e noce. Vino da meditazione, ideale anche con i famosi cantucci toscani alle mandorle, dolci secchi in genere e formaggi saporiti. E’ preferibile degustarlo a temperatura ambiente. Capacità: l 0,375; l 0,750.

    Cataloghi disponibili